Stampa pagina Cerca nel sito
Numeri utili
Ospedale di Asiago
Centralino
Tel 0424/604111
UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO (URP)
Tel 0424/888556
lunedì - martedì - giovedì - venerdì dalle 9:00 alle 10:30
mercoledì dalle 9.00 alle 12.300
email: urpbassano@aulss7.veneto.it PEC (posta elettronica certificata): protocollo.aulss7@pecveneto.it
Ospedale di BASSANO
Centralino
Tel 0424/888111
UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO (URP)
Tel 0424/888556
dal lunedì - martedì - giovedì - venerdì dalle 9:00 alle 10:30
mercoledì dalle 9:00 alle 12:30
email: urpbassano@aulss7.veneto.it PEC (posta elettronica certificata): protocollo.aulss7@pecveneto.it
Ospedale Santorso
Centralino
Tel 0445/571111
UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO (URP)
Tel 0445/572040
dal lunedì al venerdì dalle 9:00 alle 13:30
il mercoledì dalle 14:00 alle 16:00
email: urpthiene@aulss7.veneto.it PEC: protocollo.aulss7@pecveneto.it
Distretto 1 Bassano
Comuni: Asiago, Bassano del Grappa, Colceresa, Cartigliano, Cassola, Enego, Foza, Gallio, Lusiana Conco, Marostica, Mussolente, Nove, Pianezze, Pove del Grappa, Roana, Romano d'Ezzelino, Rosà, Rossano Veneto, Rotzo, Schiavon, Solagna, Tezze sul Brenta e Valbrenta.
Sede di Bassano del Grappa Tel 0424/885110 Sede di Marostica Tel 0424/888216 Sede di Romano D'Ezzelino Tel 0424/889911 Sede di Asiago Tel 0424/604416 Sede di Enego Tel 0424/604501
Distretto 2 Alto Vicentino
Comuni: Arsiero,Malo, Schio, Breganze, Marano Vicentino, Thiene, Caltrano, Monte di Malo, Tonezza del Cimone, Calvene, Montecchio Precalcino, Torrebelvicino, Carrè, Pedemonte, Valdastico, Chiuppano, Piovene Rocchette, Valli del Pasubio, Cogollo del Cengio, Posina, Velo d'Astico, Fara Vicentino, Salcedo, Villaverla, Laghi, San Vito di Leguzzano, Zanè, Lastebasse, Santorso, Zugliano, Lugo di Vicenza, Sarcedo.
Centralino Tel 0445/388111 Centralino Fax 0445/388195
Dipartimento di prevenzione
Sede di Bassano Tel 0424/885500 Sede di Thiene Tel 0445/389353 Sede di Thiene email dpre@aulss7.veneto.it
Home > Come fare per > SIAPZ > Registrazione / riconoscimento degli operatori e delle strutture connesse alla produzione dei mangimi per animali

Registrazione / riconoscimento degli operatori e delle strutture connesse alla produzione dei mangimi per animali

Il Regolamento CE N. 183/2005 stabilisce i “requisiti per l’igiene dei mangimi”.

  1. si applica alle attività degli operatori del settore dei mangimi in tutte le fasi, dalla produzione primaria sino all’immissione dei mangimi sul mercato
  2. prevede che tutti gli operatori del settore dei mangimi siano riconosciuti o registrati
  3. gli operatori del settore dei mangimi non possono operare senza registrazione o riconoscimento
  4. prevede che il riconoscimento sia riservato ad attività particolari quali la produzione di additivi, premiscele o mangimi che contengono “additivi sensibili”. Tutte le altre attività  devono essere registrate (es. coltivazione, somministrazione, trasporto, essiccazione, stoccaggio, fabbricazione di mangimi )

Definizioni:

  1. Regolamento: il Regolamento CE N. 183/2005
  2. Mangime: qualsiasi sostanza o prodotto, compresi gli additivi, trasformato, parzialmente trasformato o non trasformato, destinato alla nutrizione per via orale degli animali
  3. Operatore del settore dei mangimi: la persona fisica o giuridica responsabile di garantire il rispetto delle disposizioni del presente regolamento nell’impresa di mangimi posta sotto il suo controllo
  4. Produzione primaria: la produzione di prodotti agricoli, compresi in particolare la coltivazione, il raccolto, la mungitura e l’allevamento di animali (prima della macellazione) o la pesca da cui derivano esclusivamente prodotti che, dopo la raccolta o la cattura, non vengano sottoposti al altre operazioni, ad eccezione di un semplice trattamento fisico.

 

MODALITÀ DI ACCESSO
RiconoscimentoLe Ditte soggette a riconoscimento e cioè quelle che:
  • fabbricano o commercializzano additivi o premiscele per mangimi di cui all’Allegato IV, Capo 1 e Capo 2 rispettivamente, del Regolamento
  • fabbricano mangimi utilizzando gli additivi o le premiscele di cui all’Allegato IV, Capo 3 del Regolamento
devono presentare una domanda attraverso lo Sportello Unico Attività Produttive (SUAP) del Comune sede dell’impianto.l SUAP trasmette la pratica al Servizio Veterinario.Il Servizio Veterinario:
  1. verifica la completezza della documentazione presentata e qualora risulti incompleta ne chiede, attraverso il SUAP, l’integrazione
  2. effettua un sopralluogo di verifica dei requisiti igienico-sanitari (i requisiti sono quelli previsti nell’allegato II del Regolamento 183/2005 che verrano verificati tramite la Scheda allegata):
in caso di esito favorevole:
  1. notifica alla Ditta, attraverso il SUAP, il Decreto di Riconoscimento
  2. registra la Ditta nel Sistema Informativo Regionale
nel caso alcuni requisiti non siano completamente rispettati:
  1. comunica, attraverso il  SUAP, le carenze dei requisiti rilevate nel corso del sopralluogo, a cui la Ditta deve porre rimedio per ottenere il Riconoscimento
  2. la Ditta, quando tutti i requisiti sono stati messi a punto, comunica attraverso il SUAP che le carenze rilevate sono state risolte, dopo di che il Servizio Veterinario provvederà ad effettuare un nuovo sopralluogo di verifica
in caso di esito sfavorevole:
  1. comunica attraverso il SUAP che l'attività non può conseguire il Riconoscimento richiesto.
L’attività può essere intrapresa solo se ha conseguito il riconoscimento.
RegistrazionePer registrarsi le Ditte devono presentare una domanda attraverso il SUAP del Comune sede dell’impianto.l SUAP trasmette la pratica al Servizio Veterinario.Il Servizio Veterinario:Il Servizio Veterinario effettua le previste verifiche e:
  1. in caso di esito favorevole, provvede a registrare la Ditta nel Sistema Informativo Regionale
  2. in caso di carenza dei requisiti, vieta la prosecuzione dell’attività e ordina la rimozione degli eventuali effetti dannosi
  3. in caso l’attività possa essere conformata alla normativa vigente, dispone la sospensione dell’attività e l’adozione delle misure necessarie per l’adeguamento
La Registrazione della Ditta NON comporta il rilascio di alcun numero.Le Ditte possono documentare la loro Registrazione esibendo copia della ricevuta rilasciata dal SUAP. Richiesta, per le Ditte registrate, del numero di identificazione (Reg. CE n. 767/2009)Le Ditte registrate hanno la possibilità di richiedere l’attribuzione di un numero di identificazione, come previsto dall’art. 17 del Reg. (CE) n. 767/2009.La richiesta va fatta solo dalle Ditte che:
  1. producono mangimi per conto terzi
  2. importano mangimi
Le Ditte devono presentare una domanda attraverso il SUAP del Comune sede dell’impianto.l SUAP trasmette la pratica al Servizio Veterinario.Il Servizio Veterinario:
  1. prende in carico la pratica e attraverso il Sistema Informatico Regionale inoltra la richiesta alla Sezione Veterinaria e Sicurezza Alimentare della Regione del Veneto;
  2. una volta che il competente Ufficio della Sezione Veterinaria e Sicurezza Alimentare della Regione del Veneto avrà provveduto ad assegnare il numero di identificazione, il Servizio Veterinario lo notificherà alla Ditta interessata attraverso il SUAP.
 Comunicazione di variazione di Riconoscimento/RegistrazioneLe variazioni anagrafiche, impiantistiche, produttive o strutturali, le richiesta di revoca del numero di identificazione (art. 17, Reg. (CE) n. 767/2009), le cessazione di attività vanno comunicate attraverso il SUAP del Comune sede dell’impianto
DOVE ANDARE
TEMPI DI ESECUZIONE
7-30 giorni in base al tipo di domanda (Registrazione- Riconoscimento)
COSTO
Secondo quanto previsto dal TARIFFARIO UNICO REGIONALE delle prestazioni rese dai Dipartimenti di Prevenzione
Pagamento tramite un bollettino di c/c che verrà inviato a domicilio 
RIFERIMENTI NORMATIVI
Reg (CE) 183/2005
D.L.vo 142 del 14 set 2009
SANZIONI
Mancata Registrazione- sanzione amministrativa pecuniaria da € 1500 a € 9000. Mancato Riconoscimento- sanzione amministrativa pecuniaria da € 5000a € 30.000
DOCUMENTAZIONE DI RIFERIMENTO
Per consultare la documentazione di riferimento, clicca sul seguente link:
 http://www.regione.veneto.it/web/sanita/alimentazione-animale
Ultimo aggiornamento: 21/06/2023